Gloria Duci - Ingegnere e Project Manager - Tecnomont Service General Contractor

PROGETTISTA, UFFICIO TECNICO

Ho iniziato a lavorare in Tecnomont nel 2009, nella sede di Carvico, avevo 19 anni, eravamo in 3, dopo 6 mesi qualcosa di inaspettato, l’azienda deve chiudere, e quando si riparte dallo studio di Milano, io ci sono.

Anche nei momenti di pressione Paolo mi ha sempre trasmesso serenità e fiducia, affidandomi incarichi e lavori importanti in Italia e in Europa: facciate continue, centri commerciali, grandi hotel, architetture di pregio, in Sicilia, a Roma, a Monaco, Düsseldorf, Parigi.

In azienda seguo il progetto in tutte le sue parti: dalla proposta economica, e progettazione alla relazione con il cliente.

Acquisita la commessa seguo i tecnici durante sopralluoghi e rilievi. In corso d’opera indirizzo e seguo il lavoro degli operai fino alla posa dell’ultima vite prima dell’inaugurazione.

Diplomato geometra, sono arrivato in Tecnomont e ho scoperto un nuovo mondo, mai vissuto né immaginato prima: l’universo delle facciate continue e dell’involucro edilizio.

Una delle cose che più mi piace in Tecnomont è la sfida che ogni nuovo lavoro ti pone e Paolo è sempre stato bravo a trovare lavori impegnativi e stimolanti.
Oggi realizziamo progetti sempre più importanti, per grandi imprese e tutta l’azienda, cominciando dall’ufficio tecnico, è sempre più strutturata.

È un lavoro stressante, mentalmente faticoso, ma l’esperienza che ho maturato, mi dà la consapevolezza che le crisi, se affrontate nel modo giusto, diventano motivo di crescita sia individuale che del team.

Se mi chiedi di citare un lavoro, penso al negozio-immagine realizzato in Germania per un brand d’alta gamma, settore fashion luxury, la facciata priva di montanti verticali, i rivestimenti in cemento fatti in opera e all’interno una soluzione inedita, con strutture in policarbonato che diventano lame di luce di grande effetto.

Un lavoro d’ingegnerizzazione, di sensibilità e di grande rigore tecnico per trasformare in realtà una suggestione estetica, una visione: una sfida non facile, una soddisfazione non comune.